Regolamento del moto club Iemufurriannu

 

Le norme previste dallo Statuto Sociale prevalgono su quelle del presente regolamento.

 

Articolo 1 – Regolamento interno

Viene redatto il presente Regolamento Interno in base alle disposizione previste all’articolo 6 dello statuto dello Iemufurriannu Bikers Club.

 

Articolo 2 - Attività

L’Attività dell’Associazione consiste nella divulgazione dell’attività amatoriale del turismo motociclistico e nel fornire supporto ad essa. In tale ambito l’Associazione può anche farsi promotrice e organizzatrice di incontri, escursioni turistiche, viaggi e quant’altro di simile. L’Associazione si adopera nel fornire eventuale ausilio logistico, informativo, tutto senza scopo di lucro.

 

Articolo 3 - Domanda di Iscrizione del Socio

Per la qualifica di Socio si rimanda agli appositi articoli dello Statuto Sociale. Gli aspiranti soci devono presentare domanda al Consiglio Direttivo, attraverso la compilazione del modulo allegato al presente Regolamento denominato “Allegato A - Modulo di adesione” (vedi Iscrizione del socio al moto club I.B.C.) Il numero dei soci è illimitato. L’aspirante socio dovrà sottoscrivere di aver letto ed accettato lo Statuto Sociale e il Regolamento Interno; l’assenza di pendenze penali; il godimento di tutti i diritti civili e il rispetto della civile convivenza. L’aspirante Socio dovrà presentare domanda autonoma se compiuto il diciottesimo anno di età, indipendentemente dalla propria appartenenza politica o religiosa, sesso, cittadinanza, appartenenza etnica e professione. La quota associativa non può essere trasferita a terzi o rivalutata. Lo Iemufurriannu Bikers Club distribuirà le tessere associative ai propri soci annualmente, esse conterranno la foto digitalizzata del socio, l’anno in corso e altri dati che il C.D. riterrà opportuni.

Tutti i soci godono, al momento dell'ammissione, del diritto/dovere di partecipazione all'attività del Moto Club Iemufurriannu.

Il socio accetta:

Al momento dell’iscrizione, confermata dal versamento della quota associativa, il socio accetta implicitamente ed integralmente le condizioni di seguito elencate:

1. Durante i raduni che si svolgeranno ci si deve attenere a quelle che sono le direttive impartite;

2. Attenersi al codice della strada;

3. Non superare i limiti di velocità consentiti;

4. Fare sempre uso del casco protettivo omologato (anche l’eventuale passeggero);

5. Non effettuare sorpassi azzardati e quindi rischiosi mentre si è in viaggio (anche fra

componenti del Club);

6. Rimanere all’interno di chi è designato ad aprire e chiudere la colonna;

In ogni caso il socio deve mantenere sempre un comportamento consono e dignitoso. Il Regolamento Interno può essere visionato nel sito web dell’Associazione all’indirizzo “www.iemufurriannu.com” ovvero tale documento e lo Statuto possono essere richiesti per la visione attraverso e-mail, lettera, fax da tutti i soci.

 

Articolo 4 - Iscrizione del Socio

Entro trenta giorni dalla presentazione, il Consiglio Direttivo prenderà in esame le domande di ammissione, verificando che gli aspiranti soci siano in possesso dei requisiti richiesti e delibererà sulle ammissioni e sulle reiezioni. La reiezione della domanda di iscrizione non può essere oggetto di contestazione o ricorso tuttavia non preclude all’interessato di ri-presentare la domanda di iscrizione in epoca successiva.

In caso di ammissione della domanda il neo–socio dovrà versare la quota annuale associativa prevista all’articolo 5 più la quota d’iscrizione.

 

Articolo 5 - Quota annuale

La quota annuale di iscrizione all’Associazione è deliberata dall’assemblea ordinaria ogni anno per l’annualità successiva e viene resa nota sia attraverso la visione del verbale (su richiesta) e sul modulo di adesione pubblicato  sul Sito-Web dell’Associazione. Tale informazione può anche essere richiesta a mezzo e-mail, lettera, fax.

In caso di prima iscrizione il neo-associato dovrà corrispondere una quota cosi suddivisa:

• iscrizione dal 01/01 al 30/11 = l’intera quota annuale di associazione

• quota di prima iscrizione

In caso di rinnovo si dovrà corrispondere l’intera quota annuale in unica soluzione con riferimento al 01/01 di ogni anno. Per effettuare il versamento è previsto un tempo massimo di trenta giorni, passato il quale il Socio sarà ritenuto moroso. In tale periodo il soggetto moroso conserverà la qualifica di Socio per i diritti previsti dallo Statuto in sede di assemblea ma non potrà partecipare alle attività della Associazione di qualsivoglia natura.

Trascorsi 90 giorni di morosità al soggetto sarà considerata automaticamente revocata la qualifica di Socio, con la radiazione dall’Associazione.

E’ data facoltà al Socio revocato per morosità di effettuare una nuova domanda di ammissione alla Associazione.

 

Articolo 6 - Azioni disciplinari

Ad integrazione di quanto previsto all’articolo 6 dello Statuto Sociale, il Consiglio Direttivo ha la facoltà di intraprendere azione disciplinare nei confronti del socio, mediante (a seconda dei casi) il richiamo scritto, la sospensione temporanea o l’espulsione o la radiazione per i seguenti motivi:

• inosservanza delle disposizioni dello statuto, di eventuali regolamenti o delle deliberazioni degli organi sociali;

• denigrazione dell’associazione, dei suoi organi sociali, dei suoi soci;

• il commettere o provocare gravi disordini durante le attività dell’Associazione;

• appropriazione indebita dei fondi sociali, atti, documenti od altro di proprietà dell’associazione;

• l’arrecare in qualunque modo danni morali o materiali all’associazione, ai locali ed alle attrezzature di sua pertinenza. In caso di dolo, il danno dovrà essere risarcito.

• perseguire un atteggiamento che possa essere valutato di impedimento al buon andamento dell’associazione, ostacolandone lo sviluppo fino allo scioglimento;

Il Socio oggetto di una azione disciplinare ha facoltà di chiedere al Presidente di riesaminare con il C.D. le motivazioni che hanno comportato l’azione disciplinare stessa illustrando le proprie ragioni. Ogni provvedimento di espulsione, radiazione, o revoca sarà considerato definitivo e non riesaminabile una volta ratificato durante la prima assemblea ordinaria o straordinaria prevista in calendario.

 

Articolo 7 – Divulgazione e mezzi di informazione

L’Associazione detiene un proprio dominio nella rete Web per la pubblicazione e la gestione di un proprio Sito. Questo viene utilizzato come strumento di informazione e divulgazione dell’attività dell’Associazione e dell’attività moto-turistica in senso più generale. Il succitato sito e visibile a tutti. Alcuni settori/pagine potrebbero essere accessibili solo ai Soci/Iscritti per i servizi dedicati esclusivamente ai Soci stessi. Qualsiasi comunicato, articolo giornalistico o comunque qualsiasi dichiarazione pubblica fatta a nome dell’ Associazione devono essere effettuate unicamente su incarico del Consiglio Direttivo. Il contenuto da divulgare dovrà sempre essere concordato con almeno un soggetto del Consiglio Direttivo.

 

Articolo 8 - Attribuzione poteri

E’ facoltà del Consiglio Direttivo (o a seguito di delibera di una Assemblea):

• attribuire poteri e/o incarichi a Soci ovvero a soggetti estranei all’Associazione.

In tali casi il Socio è tenuto al rispetto e alla considerazione dell’attività svolta da tale soggetto incaricato.

• invitare alle riunioni del C.D. soci o soggetti esterni per incarichi o consultazioni. L’invitato in quanto tale non avrà nessun diritto di voto e non dovrà divulgare in nessun modo informazioni apprese se non espressamente autorizzato dai componenti del C.D. stesso. In caso di violazione al presente comma si farà ricorso alle norme di legge che disciplinano tale materia.

 

Articolo 9.

Il socio di qualsivoglia tipologia ha l’obbligo:

• Partecipare almeno ad 1 evento annuale organizzato dall’associazione.

• Partecipare almeno ad 1 assemblea dei soci.

• Portare la maglietta con il logo e/o quant’altro identifichi il moto club durante gli eventi organizzati dall’associazione.

• Di non offendere deturpare con atti fisici o morali il buon nome dell’ associazione.

• Di non usare il nome, il logo o il marchio dell’associazione per fini personali.

In mancanza di uno o più requisiti sopraccitati il direttivo potrà decidere in merito all’espulsione del socio stesso dall’associazione.

 

Articolo 10.

Il Moto club s’impegna altresì a:

• Comunicare date ed eventi in programma annualmente.

• Sostenere ed aiutare il socio di qualsivoglia tipologia nello svolgimento della vita associativa.

• Tenere a disposizione dei soci che lo richiedessero il registro spese dell’associazione.

• Gestire la vita associativa organizzando eventi, manifestazioni e attività culturali in genere.

 

Articolo 11.

In nessun modo potranno essere devoluti, distribuiti o prestati anche in parziale modo i fondi cassa dell’associazione e dovrà essere cura del tesoriere redigere e tenere aggiornato il giornale contabile dell’associazione. Ogni spesa dell’associazione dovrà essere deliberata dal direttivo o in assemblea e approvata per votazione.

 

Articolo 12.

Tutti i beni e immobili acquistati o donati all’associazione rimangono di proprietà dell’associazione stessa e non potranno essere in nessun modo donati, spartiti o venduti a terzi.

 

Articolo 13.

L’associazione non risponde a danni a cose o persone provocate dai soci durante lo svolgimento della vita associativa. Non è responsabile dell’operato di ciascun socio, per il quale valgono i diritti e doveri del codice civile e penale.

 

Articolo 14.

L’uso della sede è esclusivo per tutti gli associati in regola con il pagamento della tessera annuale di iscrizione e totalmente subordinato alla responsabilità del presidente o del vicepresidente.

Per l’uso della sede il Presidente o il Vicepresidente possono effettuare delega scritta ad un partecipante del consiglio direttivo che durante l’uso della stessa se ne assume la completa responsabilità per un uso corretto ed un buon mantenimento. Tutti i danneggiamenti, vizi e furti avvenuti nella sede e riguardanti oggetti o parte degli stessi saranno rimborsati direttamente dall’inadempiente e verso lo stesso verranno presi provvedimenti disciplinari fino all’espulsione dello stesso dall’associazione.

 

Articolo 15.

All’interno del club I.B.C. si riconoscono 3 tipologie di associati, soci senior, soci effettivi e soci sostenitori.

•Soci senior: si intendono tutti i soci fondatori dello Iemufurriannu Bikers Club e tutti quelli che per meriti di associazione vengano così designati dal direttivo.

•Socio effettivo: si ritiene socio effettivo ogni possessore di motocicletta in regola con l’iscrizione annuale al club.

•Socio sostenitore: si ritiene socio sostenitore chiunque sia in regola con l’iscrizione annuale ma non sia in possesso di una motocicletta, nell’area dei soci sostenitori rientra anche il tesseramento YOUNG per i minori di anni 18 (l’ammissione di questi ultimi è a completa discrezione del CD).

 

Articolo 16.

E’ compito del socio senior, effettivo e sostenitore far pervenire al tesoriere entro la fine di gennaio il versamento annuale in mancanza di questi requisiti vale quanto riportato nell’articolo 5 del presente regolamento.

 

Articolo 17 – Modifiche

Avendo caratteristica meramente di organizzazione tale regolamento può essere modificato in ogni momento dal Consiglio Direttivo. Le modifiche saranno rese note come da ultimo comma del precedente articolo 3.

 

f.to: Il Consiglio Direttivo Iemufurriannu Bikers club

Varie

Vai all'inizio della pagina